3 agosto 2017

Licenziamento e concessione del termine per presentare le giustificazioni

di Redazione Scarica in PDF
giustizia 2

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza 12 luglio 2017, n. 17160, ha deciso in merito a una controversia in cui, a seguito della contestazione di alcune inadempienze, sulla base dell’erronea convinzione che il rapporto avesse natura autonoma, la società non ha concesso al lavoratore il termine per presentare le giustificazioni. Tuttavia, nell’ipotesi in cui il rapporto dovesse essere riqualificato come subordinato, il licenziamento intimato deve essere dichiarato illegittimo. Nel caso di specie, riconosciuta la natura subordinata del rapporto sulla base di elementi quali il compenso prevalentemente fisso, un preciso orario per la consegna della merce, l’assenza di margini nella scelta della clientela e il controllo sul lavoro svolto da parte dell’ispettore commerciale, la Cassazione ha dichiarato l’illegittimità del recesso per il mancato rispetto delle garanzie di cui all’articolo 7 St. Lav..

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Contenzioso con il lavoratore: procedure disciplinari, rinunce e transazioni