10 ottobre 2018

L’agenzia investigativa non può accertare l’adempimento della prestazione

di Redazione Scarica in PDF

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza 4 settembre 2018, n. 21621, ha deciso che, pur potendo il datore di lavoro ricorrere a soggetti terzi, come agenzie di investigazione, per l’accertamento di violazioni da parte dei lavoratori, tale verifica non può estendersi all’adempimento o meno della loro prestazione lavorativa, ma deve limitarsi agli atti illeciti del lavoratore non riconducibili al mero inadempimento dell’obbligazione.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Controllo dei lavoratori e tutela del patrimonio aziendale