25 Gennaio 2019

Appalto: garanzia del committente e beneficium excussionis

di Redazione Scarica in PDF

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 14 dicembre 2018, n. 32504, ha deciso che, in ambito di contratto d’appalto, nella vigenza dell’articolo 29, D.Lgs. 276/2003, nella formulazione antecedente alle modifiche apportate dal D.L. 5/2012 e dalla L. 92/2012, il committente presta una garanzia in favore del datore di lavoro e a vantaggio del lavoratore, adempiendo alla quale assolve a un’obbligazione propria istituita ex lege. Tale obbligazione solidale in senso stretto esclude (fino alla novella del 2012) sia il beneficium excussionis sia il litisconsorzio necessario tra appaltante e appaltatore.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Profili giuslavoristici nelle esternalizzazioni e nella frammentazione d’impresa