BLOG

Una prossimità … poco prossima!!!

  Sembra trascorso un lasso di tempo indicibile da quando, nel 2011, con D.L. n.138, convertito con (molteplici) modificazioni dalla L. n.148/11, nel pieno della crisi congiunturale da cui era avvolto il sistema Italia (situazione che, per la verità, ancorché in forma più attenuata, perdura ancora oggi), l’allora Governo Berlusconi, nell’ambito di una serie di…

Continua a leggere...

Il grande pasticcio della cassa in deroga

    È dal tempo della riforma Monti-Fornero (L. n.92/12) che il Legislatore italiano sembra aver preso coscienza dei gravi problemi che, tra gli altri, riguardano il tema degli ammortizzatori sociali in costanza di lavoro: cassa integrazione ordinaria, straordinaria, contratti di solidarietà. Il peso economico di tali protezioni, come di molte altre prestazioni previdenziali, non…

Continua a leggere...

La Certificazione Unica e il codice fiscale del coniuge non a carico

  L’avvicinarsi delle scadenze di consegna della CU ai dipendenti (29 febbraio 2016 in quanto il 28 febbraio cade di domenica) e di inoltro del flusso all’Agenzia delle Entrate (7 marzo 2016), pone il sostituto d’imposta e i suoi professionisti a interrogarsi da un lato sulle questioni di dettaglio verificando i singoli “particolarismi” e dall’altro…

Continua a leggere...

Le ultime novità per i contratti di solidarietà

    Negli ultimi giorni sono stati emanati due importanti provvedimenti per i contratti di solidarietà. In primo luogo, con il D.M. datato 13 gennaio 2016 sono stati resi noti i criteri per l’approvazione dei programmi di Cigs, tra le cui causali figura appunto il contratto di solidarietà. All’art.4 vengono riepilogati alcuni contenuti essenziali del…

Continua a leggere...

Meglio stabilizzati … o etero-organizzati?

  Ad oltre sei mesi dall’entrata in vigore del D.Lgs. n.81/15 (25 giugno 2015), il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, tramite la circolare 1° febbraio 2016, n.3, ha formulato le prime osservazioni, valide come direttive per il personale ispettivo, in materia, per l’appunto, di riordino delle tipologie contrattuali presenti nel nostro ordinamento giuslavoristico,…

Continua a leggere...

Nuova convalida o nuove dimissioni?

  La modalità per formulare le dimissioni dei lavoratori era già stata oggetto di rivisitazione da parte del protocollo Welfare nel 2007, che prevedeva per la prima volta la convalida dell’atto di recesso unilaterale posto dal lavoratore dipendente. Avvicendamenti politici di governo avevano poi eliminato quel meccanismo di convalida, probabilmente per lo scarso interesse o…

Continua a leggere...

Lo statuto dei lavoratori autonomi e lo smart job

  Dopo la scorpacciata di norme conseguente all’attuazione del Jobs Act nel corso del 2015 si pensava che la vena del Legislatore “giuslavorista” si fosse esaurita. Invece, neppure il tempo di digerire i tanti decreti legislativi e viene annunciata una nuova legge di iniziativa governativa in materia di lavoro. Nello specifico, si tratta di un…

Continua a leggere...

Depenalizzato l’omesso versamento delle ritenute previdenziali

  Con la pubblicazione in G.U. dei D.Lgs. n.7 e n.8 del 22 gennaio scorso, si è dato corso alla delega offerta al Governo ex L. n.67/14. Il tema è quello di un intervento di depenalizzazione verso talune fattispecie illecite, finora costituenti reato, ora ritenute di minor gravità per l’interesse sociale. Il chiaro intento legislativo,…

Continua a leggere...

I dipendenti pubblici hanno le tutele crescenti?

  Si è discusso molto negli ultimi mesi se la nuova disciplina delle tutele crescenti in tema di licenziamento debba estendersi o meno ai dipendenti pubblici, sia sotto il profilo dell’opportunità sia sotto il profilo giuridico. Oltretutto, il tema appare ancor più attuale e scottante dopo gli ultimi clamorosi casi di assenteismo balzati agli onori…

Continua a leggere...

Gli effetti collaterali del nuovo articolo 18

  La recente riforma dell’art.18 dello Statuto dei Lavoratori e, più in generale, della disciplina del recesso dal rapporto di lavoro – si veda da ultimo l’intervento operato con le tutele crescenti previste dal D.Lgs. n.23/15 – se, da una parte, si caratterizza per una forte riduzione dell’ambito di applicazione della reintegra, dall’altra rischia di…

Continua a leggere...