NEWS DEL GIORNO

Sanzionabile il datore che paga in contanti il dipendente richiedente asilo

L’INL, con nota n. 5293 del 5 giugno 2019, ha confermato l’applicabilità delle sanzioni previste dall’articolo 1, comma 913, L. 205/2017, ai datori di lavoro che abbiano corrisposto retribuzioni in contanti ai propri lavoratori dipendenti richiedenti asilo, in attesa della formalizzazione del permesso di soggiorno, sulla base delle precisazioni fornite con circolare Abi del 19…

Continua a leggere...

Licenziamento per gmo illegittimo se la ragione organizzativa è insussistente

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 29 aprile 2019, n. 11352, ha ritenuto illegittimo il licenziamento allorquando sia accertata l’insussistenza della ragione organizzativa posta a fondamento del licenziamento per giustificato motivo oggettivo (soppressione del posto di lavoro) e sia, invece, emerso, sulla base di ulteriori elementi di giudizio, un quid pluris ovvero l’intento ritorsivo,…

Continua a leggere...

Bonus bebè riconosciuto anche per l’anno 2019

L’Inps, con circolare n. 85 del 7 giugno 2019, ha reso noto che il c.d. bonus bebè è riconosciuto anche per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 ed è corrisposto fino al compimento del primo anno di età ovvero del primo anno di ingresso nel nucleo familiare a…

Continua a leggere...

Metalmeccanica industria: nuovi minimi tabellari

Federmeccanica, Assistal e Fim, Fiom, Uilm, in data 30 maggio 2019, hanno siglato l’accordo che definisce, dal 1° giugno 2019, i nuovi importi dei minimi tabellari e dell’indennità di trasferta e di reperibilità per il settore Metalmeccanica industria.   Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Continua a leggere...

Stp iscritte all’Albo dei dottori commercialisti: adeguati i servizi on line

L’Inail, con circolare n. 15 del 6 giugno 2019, ha reso nota la procedura per il rilascio delle credenziali di accesso ai servizi on line, la gestione delle deleghe e dei servizi relativi al Lul per le società tra professionisti iscritte all’Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili. L’Istituto chiarisce che la gestione delle…

Continua a leggere...

Legittimo il licenziamento in tronco per conflitto di interessi

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 24 aprile 2019, n. 11237, ha ritenuto legittimo il licenziamento senza preavviso per il dipendente dell’Agenzia delle entrate che svolge attività di consulenza fiscale in favore di un privato nell’ambito di una vertenza in cui era contrapposto il proprio datore di lavoro. In tal modo, infatti, il funzionario…

Continua a leggere...

Aliquote contributive 2019 per piccoli coloni e compartecipanti familiari

L’Inps, con circolare n. 84 del 6 giugno 2019, ha reso noti i valori dei contributi dovuti dai concedenti per i piccoli coloni e compartecipanti familiari per il 2019. Dopo aver ricordato che, anche per il 2019, è applicato l’aumento di 0,20 punti percentuali dell’aliquota dovuta al Fondo pensioni lavoratori dipendenti (Fpld) per la generalità…

Continua a leggere...

Covip: nuove disposizioni su parità di trattamento uomo donna

La Covip, con deliberazione del 22 maggio 2019, comunica di aver adottato le nuove “Disposizioni in ordine alla parità di trattamento tra uomini e donne nelle forme pensionistiche complementari collettive”, in sostituzione di quelle di cui alla deliberazione Covip del 21 settembre 2011. Le disposizioni tengono conto di quanto disposto dall’articolo 30-bis, D.Lgs. 198/2006 (Codice delle…

Continua a leggere...

Zona franca urbana sisma 2016: le agevolazioni dal Mise

Il Mise, con circolare 6 giugno 2019, n. 243317, ha fornito importanti chiarimenti in ordine alle agevolazioni in favore delle imprese e dei titolari di reddito di lavoro autonomo localizzati nella Zfu istituita ai sensi dell’articolo 46, D.L. 50/2017, nei Comuni delle Regioni del Lazio, dell’Umbria, delle Marche e dell’Abruzzo colpiti dagli eventi sismici che si…

Continua a leggere...

Riammissione in servizio e trasferimento

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 23 aprile 2019, n. 11180, ha stabilito che l’ottemperanza del datore di lavoro all’ordine giudiziale di riammissione in servizio implica il ripristino della posizione di lavoro del dipendente, il cui reinserimento nell’attività lavorativa deve, quindi, avvenire nel luogo precedente e nelle mansioni originarie, a meno che il datore…

Continua a leggere...