NEWS DEL GIORNO

730/2016: le risposte delle Entrate su oneri e detrazioni

L’Agenzia delle Entrate, con circolare n.18/E del 6 maggio, ha offerto chiarimenti a Caf e professionisti in tema di oneri detraibili dalla dichiarazione dei redditi. In tema di bonus Irpef nei modelli UnicoPF/2016 e 730/2016, viene precisato che, qualora il datore di lavoro non abbia potuto riconoscere l’agevolazione prevista per i lavoratori dipendenti ovvero per…

Continua a leggere...

Ispezioni: l’Inps riepiloga istruzioni e procedure

L’Inps, con circolare n.76 del 9 maggio, in prospettiva della piena operatività dell’Ispettorato nazionale del lavoro, riepiloga e aggiorna le istruzioni operative sull’attività di vigilanza e sul procedimento ispettivo, al fine di garantire uniformità di comportamento e trasparenza.

Continua a leggere...

Svolgere altra attività nel periodo intermedio non riduce l’aliunde perceptum

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza 18 aprile 2016, n.7685, ha stabilito che, in tema di licenziamento individuale, il compenso per lavoro subordinato o autonomo – che il lavoratore percepisca durante il periodo intercorrente tra il proprio licenziamento e la sentenza di annullamento relativa (c.d. periodo intermedio) – non comporta la riduzione corrispondente…

Continua a leggere...

Fsba per lavoratori in somministrazione: pubblicato il decreto

È stato pubblicato sul sito del Ministero del Lavoro, in data 6 maggio, il decreto interministeriale n.95074 del 25 marzo, recante i criteri per disciplinare il Fondo di solidarietà bilaterale alternativo per i lavoratori in somministrazione, istituito ai sensi dell’art.27, D.Lgs. n.148/15. Il Fondo garantisce ai lavoratori del settore una tutela reddituale in costanza di…

Continua a leggere...

Fondo di solidarietà residuale: pagamento diretto assegno ordinario

L’Inps, con messaggio n.1985 del 5 maggio, ha comunicato che è possibile effettuare il pagamento diretto dell’assegno ordinario per le istanze al Fondo di solidarietà residuale presentate fino al 12 gennaio 2016, e ha fornito le relative istruzioni operative. Si ricorda che rientrano nel campo di applicazione del Fondo le aziende interessate da processi di…

Continua a leggere...

Bando Isi 2015: conclusa la prima fase

L’Inail, con comunicato sul proprio sito, ha reso noto che si è conclusa la fase di compilazione e salvataggio delle domande di accesso ai finanziamenti per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro relativi (Bando Isi 2015). Dal 12 maggio 2016 le imprese che hanno raggiunto o superato la…

Continua a leggere...

Licenziamento: il collegio arbitrale non preclude il sindacato del giudice

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza 19 aprile 2016, n.7719, ha stabilito che il Ccnl può prevedere che determinate mancanze del lavoratore, di per sé costituenti illeciti disciplinari e punite con una sanzione specifica, siano valutabili, in caso di recidiva, come unico comportamento sanzionabile con il licenziamento. Nel caso di richiesta del lavoratore…

Continua a leggere...

Fondo integrazione salariale: possibile l’invio on-line delle istanze

L’Inps, con messaggio n.1986 del 5 maggio, ha precisato che dal 5 maggio 2016 è disponibile la procedura per l’invio on-line delle istanze di accesso all’assegno di solidarietà del Fondo di integrazione salariale (art.29, D.Lgs. n.148/15). Le istanze di accesso all’assegno di solidarietà devono essere inoltrate entro sette giorni dalla data di conclusione dell’accordo collettivo…

Continua a leggere...

In GUUE il regolamento e la direttiva per la protezione dei dati

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, in data 4 maggio, il testo del Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali delle persone fisiche e alla libera circolazione di tali dati, di abrogazione della direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati). Il Regolamento, obbligatorio in tutti i suoi elementi, sarà vigente…

Continua a leggere...

Non licenziabile il lavoratore assente a un incontro con i vertici aziendali

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza 8 aprile 2016, n.6898, ha deciso che è illegittimo il licenziamento disciplinare del lavoratore a cui è stato addebitato come unico fatto l’assenza a un incontro con i vertici aziendali senza alcun preavviso. La condotta, benché poco corretta e censurabile, non ha alcuna rilevanza disciplinare, pertanto non…

Continua a leggere...