NEWS DEL GIORNO

Badge elettronico per controllo a distanza: necessario accordo sindacale

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza 13 maggio 2016, n.9904, ha stabilito che anche la rilevazione dei dati di entrata e di uscita dall’azienda mediante un’apparecchiatura di controllo predisposta dal datore di lavoro, c.d. badge elettronico aziendale, sia pure per il vantaggio dei dipendenti, ma utilizzabile anche in funzione di controllo dell’osservanza dei…

Continua a leggere...

Dimissioni telematiche: aggiornamento Faq al 20 giugno

Il Ministero del Lavoro ha aggiornato in data 20 giugno 2016 le Faq sul sito www.cliclavoro.gov.it, con la risposta al quesito n.44, in cui viene chiarito che i casi di risoluzione consensuale sottoscritta nelle sedi protette, ai sensi dell’art.2113 cod.civ., non rientrano nell’ambito applicativo della procedura telematica. Pertanto, in caso di accesso ai Fondi per i…

Continua a leggere...

Causale contributo per il recupero del finanziamento ai Fondi di solidarietà

L’Agenzia delle Entrate, con risoluzione n.46/E del 17 giugno 2016, ha istituito la causale contributo “RCSO”, denominata “Contribuzione addizionale e straordinaria di finanziamento delle prestazioni erogate dai Fondi di solidarietà”, per il recupero, tramite modello F24, della contribuzione addizionale e straordinaria di finanziamento delle prestazioni erogate dai Fondi di solidarietà, di cui agli artt.30, 31…

Continua a leggere...

Delega alla riforma del terzo settore in Gazzetta

È stata pubblicata sulla G.U. n.141 del 18 giugno 2016 la legge n.106 del 6 giugno 2016, che conferisce delega al Governo per la riforma del terzo settore, dell’impresa sociale e per la disciplina del servizio civile universale.

Continua a leggere...

Coordinatore sicurezza: nessuna responsabilità penale in caso di incidente

La Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, con sentenza 13 maggio 2016, n.20068, ha stabilito che non vi è alcuna responsabilità penalmente rilevante per lesioni gravissime che può essere contestata al coordinatore per la sicurezza per l’incidente sul lavoro subito dall’operaio. Il compito del coordinatore, infatti, è quello di vigilare, attraverso periodiche verifiche, sull’attuazione e…

Continua a leggere...

Nuovi livelli reddituali Anf: la circolare Inail

L’Inail, con circolare n.22 del 16 giugno 2016, ha reso noti i livelli reddituali 2016 per l’attribuzione o la rivalutazione dell’assegno per il nucleo familiare, precisando che tali livelli sono immutati rispetto all’anno 2015 e, di conseguenza, restano invariati anche i corrispondenti importi mensili della prestazione, da applicare dal 1° luglio 2016 al 30 giugno…

Continua a leggere...

Sostegno reddito per addetti riscossione tributi erariali: decreto in G.U.

È stato pubblicato sulla G.U. n.139 del 16 giugno 2016 il decreto 18 aprile 2016 n.95439 del Ministero del Lavoro, che ha istituito il Fondo di solidarietà per il sostegno del reddito, dell’occupazione e della riconversione e riqualificazione professionale del personale addetto al servizio della riscossione dei tributi erariali.

Continua a leggere...

Controllo formale 730/2014: le istruzioni delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate, con provvedimento n.85528 del 16 giugno 2016, ha indicato le modalità per le richieste di documenti e di chiarimenti per il controllo formale di cui all’art.36-ter, D.P.R. n.600/73, delle dichiarazioni relative al periodo d’imposta 2013 trasmesse per il tramite dell’assistenza fiscale dei Caf-dipendenti e dei professionisti abilitati, in attuazione delle disposizioni recate…

Continua a leggere...

Illegittimo il licenziamento del ritardatario cronico se recupera i ritardi

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza 16 maggio 2016, n.10003, ha stabilito che è illegittimo il licenziamento intimato al lavoratore ritardatario cronico, se i ritardi compiuti sono stati sempre giustificati e, ad ogni modo, recuperati al fine di svolgere l’intero tempo della prestazione. Peraltro la condotta tenuta dal lavoratore era accettata dall’azienda, la…

Continua a leggere...

Infedele registrazione sul LUL della voce trasferta: i chiarimenti ministeriali

Il Ministero del Lavoro, con nota n.11885 del 14 giugno 2016, ha offerto precisazioni in merito al regime sanzionatorio applicabile in caso di disconoscimento della prestazione lavorativa effettuata in regime di trasferta, con particolare riguardo all’applicazione della sanzione di infedele registrazione sul LUL (art.39, co.7, D.L. n.112/08). La nota ricorda che il concetto di infedele…

Continua a leggere...