SPECIALE DELLA SETTIMANA

Linee operative dell’esonero contributivo per l’anno 2016

  La sperimentazione prevista dalla L. n.190/14, volta ad agevolare con lo sconto totale contributivo le nuove assunzioni del 2015, trova un seguito, seppur moderato, con l’art.1, co.178-181, L. n.208/15. La circolare Inps 29 marzo 2016, n.57, oltre a fornire i dettagli della disciplina, ha finalmente reso noti i codici del recupero del beneficio.  …

Continua a leggere...

La mobilità professionale nei contratti collettivi di lavoro

  Storicamente le parti sociali, nella stesura dei contratti collettivi nazionali di lavoro, hanno da sempre previsto particolari meccanismi di mobilità professionale finalizzati principalmente a permettere ai lavoratori inquadrati in livelli o categorie inferiori di poter progredire, raggiungendo con il requisito dell’anzianità di servizio livelli o categorie superiori. Nell’articolo che segue verranno analizzati i principali…

Continua a leggere...

Retribuzioni e contributi minimi inderogabili dalla contrattazione di prossimità

    Il Ministero del Lavoro, in risposta all’interpello n.8 del 12 febbraio 2016, che pone un quesito sulla derogabilità della retribuzione e contribuzione minime ad opera della contrattazione aziendale o territoriale (c.d. di prossimità), disciplinata dall’art.8, L. n.148/11, ha contribuito a chiarirne la portata applicativa, fornendo a sostegno della propria posizione argomentazioni che, per…

Continua a leggere...

Le ispezioni dell’Inps dopo il Jobs Act

  Nel settembre del 2015 è entrato in vigore il D.Lgs. n.149/15 attuativo del Jobs Act in tema di razionalizzazione e semplificazione dell’attività ispettiva in materia di lavoro e legislazione sociale, che ha apportato importanti novità alla disciplina dell’ispezione del lavoro. La più eclatante è stata la creazione di un nuovo ente, l’Ispettorato nazionale del…

Continua a leggere...

Esonero contributivo e diritto di precedenza: questione chiusa?

  Il Ministero del Lavoro, con la risposta ad interpello n.7/16 avanzato da Confindustria, ha chiarito che, in assenza di manifestazione espressa per iscritto da parte del lavoratore della volontà di avvalersi del diritto di precedenza, è legittimo procedere all’assunzione di altri lavoratori o trasformare altri rapporti di lavoro a termine in essere, sia nelle…

Continua a leggere...

Criteri per l’approvazione dei programmi di Cigs

  Il D.Lgs. n.148/15, recante “Disposizioni per il riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro, adottato in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183” – c.d. Jobs Act – (di seguito anche decreto legislativo), contiene la nuova disciplina in materia di integrazione salariale ordinaria e straordinaria e…

Continua a leggere...

Infortuni sul lavoro: abolizione del registro infortuni e altre novità

    Dal 23 dicembre 2015 il registro infortuni è abrogato, in applicazione del D.Lgs n.151/15, art.21, co.4. Il decreto Semplificazioni ha di fatto anticipato quanto già previsto dall’art.53, co.6, D.Lgs. n.81/08, che prevedeva l’abolizione della tenuta del registro infortuni all’atto dell’istituzione del Sinp (Sistema informativo nazionale per la prevenzione nei luoghi di lavoro). Il…

Continua a leggere...

Sgravio contributivo per i premi di risultato dopo la Stabilità 2016

  La Legge di Stabilità per il 2016 ha introdotto sia la detassazione sui premi di risultato previsti dai contratti collettivi di secondo livello sia un regime di favore fiscale e contributivo per le iniziative di welfare aziendale. Ciò ha comportato riflessi sulla vigenza dello sgravio contributivo sugli stessi premi di risultato già a partire…

Continua a leggere...

Collaborazioni coordinate e continuative: le indicazioni ministeriali

  Con la recente circolare n.3/16 il Ministero del Lavoro è finalmente intervenuto su un tema molto delicato, profondamente innovato a mezzo del DLgs. n.81/15 (codice dei contratti): le nuove norme relative alle collaborazioni coordinate e continuative. Premettendo, non senza un effetto intimidatorio, che il Ministero scrivente “intende avviare specifiche campagne ispettive nel corso del…

Continua a leggere...

Di-mission impossible 2: torna il fantasma delle dimissioni telematiche

  Con la pubblicazione in G.U. n.7/16 del D.M. attuativo (D.M. 15 dicembre 2015), la procedura di inoltro telematico delle dimissioni diventa purtroppo realtà operativa: dal 12 marzo 2016 risultano del tutto inefficaci dimissioni o risoluzioni consensuali realizzate in modo diverso da quello sancito dal decreto in argomento. Oltre l’evidente complicazione ideale della norma, ulteriori difficoltà…

Continua a leggere...