22 Settembre 2016

Ccnl Alimentari PMI: siglata l’ipotesi di accordo

di Redazione Scarica in PDF

Unionalimentari Confapi e Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil, in data 16 settembre 2016, hanno sottoscritto l’ipotesi di accordo per il rinnovo del Ccnl Alimentari PMI, che ha decorrenza dal 1° luglio 2016 al 30 giugno 2020.

L’accordo prevede:

  • aumento dei minimi tabellari con decorrenza luglio 2016, settembre 2017, dicembre 2018, dicembre 2019 e giugno 2020;
  • fruizione del congedo parentale, di massimo 12 mesi complessivi, entro i primi 13 anni di vita del figlio, anche su base oraria, in misura pari alla metà dell’orario medio giornaliero osservato; l’unità minima è fissata in 4 ore giornaliere;
  • fruizione dei congedi per malattia del figlio, nel limite di 9 giorni lavorativi all’anno, fruibili anche in modo frazionato a gruppi minimi di 4 ore giornaliere, per le malattie di ogni figlio di età compresa tra 3 e 10 anni;
  • adeguamento della disciplina di lavoro a termine, contratto di somministrazione, lavoro a tempo parziale e trasformazione del contratto da tempo pieno a tempo parziale ai sensi di quanto disposto dal Jobs Act.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Z_old_Contrattazione collettiva e aziendale dopo il Jobs Act