29 Settembre 2022

Co.co.co. illegittimo: grava sul datore provare di aver garantito il godimento delle ferie

di Redazione Scarica in PDF

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 7 luglio 2022 n. 21614, ha ritenuto che, nel caso in cui venga accertato l’illegittimo ricorso allo schema della collaborazione coordinata e continuativa, spetta al datore di lavoro provare di aver previsto le garanzie in materia di godimento delle ferie, proprie del rapporto di lavoro subordinato, pur nel diverso schema negoziale di cui è stato accertato l’illegittimo utilizzo. Dunque, è onere del datore di lavoro provare di aver garantito e messo a disposizione dei lavoratori, nella gestione del rapporto di collaborazione coordinata e continuativa di cui è stata accertata l’illegittimità, tempi di riposo in modo adeguato e compatibile per qualità e quantità con le previsioni del Ccnl che viene a costituire parametro di riferimento in presenza dell’accertamento di un rapporto di lavoro subordinato.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Lettera di assunzione e contratto di lavoro dopo il Decreto Trasparenza