6 Novembre 2015

Come “finisce”il tuo indirizzo email? Domini personalizzati per la posta elettronica

di Luca Peana Scarica in PDF

 

Tutti abbiamo almeno un indirizzo di posta elettronica: una casella email personale – attivata chissà quando – utilizzata per registrarsi su Facebook o sui vari portali internet. Questa casella di posta molte volte è stata attivata tramite servizi email gratuiti: possiamo ipotizzare che molti di noi abbiano una casella del tipo nome@gmail.com, nome@tim.it, nome@libero.it, etc..

Ma quanti utilizzano la casella email personale anche per il lavoro?

Qualche professionista utilizza per le attività lavorative la stessa casella di posta che utilizza anche nel privato; qualcun altro ha invece registrato indirizzi tipo nomestudio@gmail.com o nome.nomestudio@libero.it. Gli utenti più attenti hanno invece un indirizzo di posta tipo nome@mioestudio.it. Cerchiamo di approfondire l’argomento per capirlo al meglio e fare una scelta motivata.

Avere un doppio indirizzo di posta è sicuramente una scelta sensata, sia per non confondere gli ambiti professionali/privati che per semplificare la gestione delle comunicazioni: immaginiamo di dover cercare i rapporti di un cliente tra le email del calcetto o le notifiche dei social network.

Vediamo quindi come gestire al meglio la posta elettronica per lo studio professionale. Abbiamo due possibilità:

  • utilizzare un indirizzo email di studio con dominio gratuito. Questa è sicuramente la scelta più semplice, che permette di differenziare gli ambiti lavorativi da quelli privati, ma anche quella che offre minori vantaggi. Con le stesse logiche che abbiamo seguito per registrare la casella di posta personale, possiamo registrare una casella dedicata, che possa essere del tipo nomestudio@gmail.com o nomestudio@libero.it. Questa scelta si presta nei casi in cui si parli di piccoli studi, composti da uno/due professionisti;
  • registrare la posta elettronica sul dominio dello studio. Questa è sicuramente la scelta ottima per ogni attività professionale. Abbiamo visto che, con l’acquisto di un dominio web, viene quasi sempre offerto anche il servizio di posta elettronica. Quindi se abbiamo un sito internet www.miostudio.it abbiamo anche la possibilità di creare indirizzi di posta del tipo nome@miostudio.it.
    La scelta di utilizzare la posta elettronica con dominio aziendale offre innumerevoli vantaggi, tra cui:
    • i nostri utenti avranno da subito una sensazione di “professionalità e cura” nei confronti dello studio professionale;
    • avremo coerenza con il sito internet e con la posta elettronica, semplificando il passaparola o il fatto che un utente ricordi uno o l’altro riferimento;
    • avremo la possibilità di gestire con semplicità le comunicazioni di un team complesso di collaboratori, dando un riferimento univoco di studio senza rischiare di creare confusione. Un esempio delle email di studio: mario@miostudio.it , francesco@miostudio.it , personale@miostudio.it, etc..

Abbiamo visto che creare degli indirizzi di posta elettronica dedicati alle attività professionali è sicuramente una scelta, in caso non sia ancora stato fatto, da tenere in considerazione.

La creazione “fisica” delle caselle non è poi un attività complessa. Spesso esiste, nel panello di configurazione del dominio web, un pannello dedicato di creazione degli indirizzi di posta elettronica.