11 ottobre 2017

Condotta antisindacale del datore: elementi di sussistenza

di Redazione Scarica in PDF

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza 11 settembre 2017, n. 21063, ha stabilito che, in tema di condotta antisindacale, deve essere valutata l’effettiva sussistenza sia dell’elemento oggettivo sia di quello soggettivo, in quanto non è antisindacale qualsiasi atteggiamento di mero antagonismo posto in essere dal datore di lavoro, tenuto conto che si tratta di un aspetto fisiologico del confronto sindacale.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Diritto sindacale e gestione delle relazioni sindacali