11 Ottobre 2019

Contributo NASpI nei rinnovi dei contratti a termine: l’analisi della Fondazione studi

di Redazione Scarica in PDF

La Fondazione studi consulenti del lavoro, con approfondimento del 10 ottobre 2019, è intervenuta su alcuni dubbi interpretativi sorti a seguito della proroga del termine di versamento della maggiorazione (0,5%) del contributo addizionale NASpI, per i rinnovi dei contratti a tempo determinato e delle somministrazioni a termine, effettuati nel periodo compreso tra il 14 luglio 2018 e l’agosto 2019. La Fondazione si sofferma sull’ambito di applicazione del contributo addizionale, sostenendo che non si applica alla fattispecie del contratto intermittente a tempo determinato, e sull’alternanza tra un rapporto di lavoro in somministrazione e un contratto a termine tra gli stessi datore di lavoro e lavoratore per lo svolgimento di uguali mansioni, precisando che a ogni rinnovo di contratto di lavoro a tempo determinato, ovvero di somministrazione a tempo determinato, l’incremento dello 0,5% si sommerà a quanto dovuto in precedenza a titolo di contributo addizionale.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Contratti di lavoro a termine e a contenuto formativo