1 Settembre 2022

Decreto Trasparenza: prime indicazioni dall’INL

di Redazione Scarica in PDF

L’INL, con circolare n. 4 del 10 agosto 2022, ha offerto le prime indicazioni relative alle novità del D.Lgs. 104/2022, c.d. Decreto Trasparenza, con riferimento anche al trattamento sanzionatorio connesso ai nuovi adempimenti, d’intesa con l’Ufficio legislativo del Ministero del lavoro.

L’Ispettorato propone un excursus sul campo di applicazione della nuova disciplina, su modalità e termini di comunicazione delle informazioni al lavoratore, sulle principali modifiche apportate al D.Lgs. 152/1997, ponendo in evidenza le conseguenze sanzionatorie in caso di violazione dei nuovi obblighi informativi.

In riferimento alle modalità di comunicazione delle informazioni, la circolare chiarisce che, fermo restando che con la consegna del contratto individuale di lavoro o di copia della comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro il lavoratore deve essere già informato sui principali contenuti degli istituti di cui al novellato articolo 1, D.Lgs. 152/1997 (ad esempio, orario di lavoro giornaliero per numero giorni alla settimana e importo retribuzione mensile per numero delle mensilità), la relativa disciplina di dettaglio potrà essere comunicata attraverso il rinvio al contratto collettivo applicato o ad altri documenti aziendali, qualora gli stessi vengano contestualmente consegnati al lavoratore ovvero messi a disposizione secondo le modalità di prassi aziendale.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Contratto di lavoro dopo il Decreto Trasparenza: le analisi del legale