5 Giugno 2017

Depressione e ansia per trasferimento illegittimo: danno non patrimoniale

di Redazione Scarica in PDF

La Corte di Cassazione, Sezione Terza civile, con sentenza 16 maggio 2017, n. 12084, ha ritenuto sussistente il risarcimento del danno non patrimoniale per il trasferimento illegittimo presso un’altra sede che provoca al lavoratore depressione e ansia. Per la liquidazione del ristoro, il giudice ha l’onere, nell’esaminare l’entità del danno, di disporre una consulenza tecnica d’ufficio, applicando le c.d. tabelle milanesi, piuttosto che basarsi su aspetti formalistici e non unitari del ricorso introduttivo.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Licenziamenti e dimissioni