16 Luglio 2020

Dichiarazione semplificata assegno ordinario fruito con causale “COVID-19”

di Redazione Scarica in PDF

L’Inps, con messaggio n. 2806 del 14 luglio 2020, ha integrato le indicazioni già emanate in materia di Cigo con la circolare n. 84/2020 e il messaggio n. 2489/2020, fornendo istruzioni per consentire alle aziende che richiedono l’assegno ordinario l’invio dell’autodichiarazione del “periodo effettivamente fruito”.

Con il file excel allegato al messaggio, il datore di lavoro potrà calcolare e comunicare, per ogni unità produttiva, l’esatto numero di giornate di trattamento non effettivamente fruite e risalire al numero di settimane residue ancora da godere, che si potranno richiedere.

Per le richieste di assegno ordinario già inviate, il file può essere fornito dall’azienda tramite il servizio “Comunicazione bidirezionale” del Cassetto previdenziale aziende.

L’Inps precisa che, in caso di mancata trasmissione del file excel, considererà il periodo autorizzato e quello fruito come coincidenti. La trasmissione del file riferito alle domande già inviate dovrà, quindi, essere effettuata con la massima tempestività.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

OFFERTA DI PRIMAVERA – 30% di SCONTO su tutte le RIVISTE