22 Gennaio 2016

Email marketing per lo studio professionale – parte 1

di Luca Peana Scarica in PDF

 

L’email, anche se ormai con qualche anno sulle spalle, è ancora oggi il canale più profittevole nelle comunicazioni digitali, anche se confrontato con social, digital adv, etc..

È uno strumento che porta con sé innumerevoli vantaggi, tra cui il fatto di essere diretto e personale, asincrono, misurabile e, grazie agli smartphone, sempre presente nella quotidianità degli utenti.

 

Ma cosa significa fare email marketing?

Fare email marketing in modo strutturato significa definire degli obiettivi, avere cura della propria base dati, utilizzare uno strumento adeguato e monitorare i risultati.

 

Quindi perché approcciarmi all’email marketing?

Vediamo alcuni dei principali vantaggi offerti dall’email marketing:

  • è alla portata di tutti: esistono soluzioni pensate anche per i piccoli studi professionali, con costi di accesso vicini alle decine di euro;
  • è misurabile: posso avere traccia ed evidenza di tutto quello che accade nell’email marketing, dai grandi numeri al minimo dettaglio, per essere certi del ritorno dell’investimento;
  • è automatico: con gli strumenti giusti è possibile creare dei messaggi automatici in grado di offrire un buon servizio e fidelizzare il cliente, senza la necessità di un lavoro manuale costante.

 

Come fare per iniziare a fare email marketing?

  • Come detto in precedenza, per fare email marketing dobbiamo fissare gli obiettivi, ovvero capire cosa vogliamo ottenere dalle nostre campagne email. Possiamo pensare a delle email che propongano servizi, a delle newsletter informatiche che diano visibilità al nostro blog, inviare email automatiche di servizio relative a fatture e pagamenti o scadenze, etc..
  • Contestualmente alla definizione degli obiettivi dobbiamo essere certi di avere una base dati corretta (un elenco di nomi e indirizzi email), puntualmente aggiornata e che ci abbia fornito il consenso privacy. In caso questa base dati non sia così fornita possiamo pensare a diversi modi per crearne una, facendo DataBase Building.
  • Definiti obiettivi e base dati, occorre acquisire i giusti strumenti: esistono diverse soluzioni di email marketing sul mercato, che vanno dalle più semplici gratuite a quelle più complete e pensate per le grandi realtà. Vedremo poi nel dettaglio quali sono le principali e come sceglierle.
  • Ultimo, ma non meno importante, occorre poi ricordarsi di monitorare i risultati ottenuti, per avere indicazioni sia sul ritorno dell’investimento sia per avere indicazioni su come migliorare le nostre campagne di email marketing.

Nel prossimo appuntamento vedremo nel dettaglio come definire degli obiettivi per le nostre campagne di email marketing per lo studio professionale.