5 Marzo 2018

Esonero contributivo per assunzione di giovani a tempo indeterminato: le istruzioni Inps

di Redazione Scarica in PDF

L’Inps, con circolare n. 40 del 2 marzo 2018, ha offerto le indicazioni e le istruzioni per la gestione degli adempimenti previdenziali connessi all’esonero contributivo per le nuove assunzioni, effettuate a decorrere dal 1° gennaio 2018, di giovani lavoratori con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato a tutele crescenti, come previsto dall’articolo 1, commi 100-108 e 113-114, L. 205/2017.

Il nuovo esonero dal versamento dei contributi previdenziali opera per un periodo massimo di 36 mesi a partire dalla data di assunzione del lavoratore e può essere riconosciuta, per l’eventuale periodo residuo, in capo ad altri datori di lavoro che procedano all’assunzione del medesimo soggetto.

L’agevolazione potrà essere fruita mediante conguaglio operato sulle denunce contributive a partire da mese di competenza marzo 2018. I datori di lavoro che abbiano già provveduto alle assunzioni, per il recupero dell’esonero relativo a periodi arretrati eventualmente spettanti, riferiti al periodo compreso tra gennaio e febbraio 2018, potranno utilizzare i flussi UniEmens dei mesi di competenza marzo, aprile e maggio 2018.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

 

Valorizzazione del capitale umano: formazione, welfare aziendale e costo del personale