5 Marzo 2018

Esonero contributivo coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali

di Redazione Scarica in PDF

L’Inps, con circolare n. 36 del 28 febbraio 2018, ha fornito le precisazioni normative e le indicazioni operative per il godimento dell’esonero contributivo per coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali introdotto dall’articolo 1, commi 117 e 118, L. 205/2017. Al fine di promuovere forme di imprenditoria in agricoltura, ai coltivatori diretti e agli imprenditori agricoli professionali di età inferiore a 40 anni, con riferimento alle nuove iscrizioni nella previdenza agricola effettuate tra il 1° gennaio 2018 e il 31 dicembre 2018, è riconosciuto, per un periodo massimo di 36 mesi, l’esonero dal versamento del 100% dei contributi; tale esonero, decorsi i primi 36, è ridotto al 66% per i 12 mesi successivi e al 50% per gli ulteriori 12 mesi. L’Istituto chiarisce che l’esonero in questione non è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa vigente.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Rapporto di lavoro nel settore agricolo