24 Marzo 2022

Flussi di pagamento diretto dei trattamenti di integrazione salariale: differimento periodo transitorio

di Redazione Scarica in PDF

L’Inps, con messaggio n. 1320 del 23 marzo 2022, ha comunicato l’ulteriore proroga del periodo transitorio di coesistenza dei 2 sistemi di pagamento (UniEmens-Cig o il SR41) dei trattamenti di integrazione salariale Cigo, Cigd e assegno ordinario fino al 30 aprile 2022. Di conseguenza, le richieste di pagamento diretto afferenti a periodi di integrazione salariale decorrenti dal 1° maggio 2022 dovranno essere inviate esclusivamente con il nuovo flusso telematico “UniEmens-Cig”.

Per le richieste di pagamento diretto relative a domande che hanno a oggetto periodi di integrazione salariale con una decorrenza anteriore al 1° maggio 2022, i datori di lavoro possono continuare a scegliere se utilizzare il nuovo flusso telematico UniEmens-Cig o il modello SR41.

L’Istituto ricorda che il sistema SR41 dovrà necessariamente essere utilizzato fino alla fine del periodo autorizzato dai datori di lavoro che, alla data del 1° maggio 2022, avessero già inviato richieste di pagamento con tale sistema.

In ogni caso, restano esclusi dall’ambito di applicazione del nuovo sistema UniEmens-Cig i trattamenti di integrazione salariale del settore agricolo, per i quali rimangono in vigore le modalità di trasmissione dei dati tramite il modello SR43 semplificato. Parimenti, restano escluse le richieste di pagamento diretto della prestazione dell’indennità di mancato avviamento al lavoro per i lavoratori del settore portuale di cui all’articolo 3, comma 2, L. 92/2012, per le quali deve continuare a essere utilizzato il modello SR41 semplificato.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Disposizioni generali per il trattamento di integrazione salariale casse ordinarie e fondi di solidarietà bilaterali