28 Marzo 2019

Fondo di Tesoreria: gestione delle dichiarazioni di manodopera agricola (DMAG)

di Redazione Scarica in PDF

L’Inps, con messaggio n. 1210 del 26 marzo 2019, ha ricordato che, al fine di ottimizzare il sistema di accertamento e riscossione dei contributi dovuti al Fondo di Tesoreria da parte delle aziende agricole con dipendenti, è stato attribuito d’ufficio il codice di autorizzazione (CA) “1R” alle aziende che presentano una forza aziendale di almeno 50 dipendenti e sono, pertanto, obbligate al versamento al Fondo della quota di cui all’articolo 2120 cod. civ., maturata da ciascun lavoratore del settore privato a decorrere dal 1° gennaio 2007, e non destinata alle forme pensionistiche complementari. L’Istituto informa che, a decorrere dal periodo di trasmissione dei flussi DMAG relativi al secondo trimestre 2019, nel caso in cui aziende sprovviste del CA “1R” effettuino la trasmissione di dichiarazioni di manodopera contenenti codici Tipo Retribuzione attinenti la gestione del Fondo, il flusso sarà scartato, con conseguente invito alla corretta ripresentazione. A decorrere dallo stesso periodo non assumerà più alcuna rilevanza la dichiarazione di responsabilità “azienda con almeno 50 dipendenti”, resa dal datore di lavoro, presente nel flusso DMAG. Al fine di agevolare le aziende e/o i loro intermediari, l’informazione dell’attribuzione del CA “1R” sarà visualizzabile nel “Cassetto Previdenziale Aziende Agricole”, all’interno della sezione “DATI AZIENDA” > “Codici Autorizzazione”.

Qualora l’azienda, alla quale non sia stato attribuito d’ufficio il CA “1R”, ritenesse di essere tenuta all’obbligo di versamento al Fondo, potrà comunicarlo all’Istituto attraverso un’apposita procedura telematica: il codice “1R” sarà attribuito previa valutazione dei requisiti da parte della Struttura territoriale competente.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Gestione del rapporto di lavoro nel settore agricolo