4 dicembre 2018

Giusta causa legittima se manca la prova della direttiva del superiore

di Redazione Scarica in PDF

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza 26 novembre 2018, n. 30564, ha ritenuto legittimo il licenziamento per giusta causa del dipendente quando la prova orale non conferma che l’utilizzo di un materiale è frutto della direttiva del superiore. I precedenti disciplinari non sono elementi costitutivi della condotta addebitata, ma un precedente negativo della condotta rilevante ai fini della determinazione della sanzione proporzionata da irrogare per l’infrazione commessa.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

 

Gestione delle conciliazioni in materia di licenziamento