14 luglio 2017

Lavoratori precoci e Ape sociale: ulteriori chiarimenti Inps

di Redazione Scarica in PDF

L’Inps, con messaggio n. 2884 dell’11 luglio 2017, ha fornito ulteriori chiarimenti in relazione al beneficio della riduzione del requisito contributivo di accesso al pensionamento anticipato, per gli iscritti all’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia, e i superstiti per i lavoratori dipendenti e autonomi e all’indennità APE sociale, prevista per determinate categorie di soggetti, fino al compimento dell’età anagrafica prevista per l’accesso al trattamento pensionistico di vecchiaia, a integrazione delle circolari n. 99/2017 e n. 100/2017.

In particolare, l’Istituto:

  • ha precisato i criteri di valutazione dello stato di disoccupazione;
  • ha previsto la possibilità di integrare le domande in un secondo tempo, inserendo documenti richiesti dalla normativa senza, per questo, modificare il numero di protocollo, la data e l’ora di ricezione rilasciati al momento dell’invio, a condizione che l’integrazione venga comunque effettuata dal richiedente entro e non oltre i termini tassativi fissati dai D.P.C.M.;
  • ha offerto indicazioni operative alla categoria degli operai dell’edilizia per far fronte all’irreperibilità del datore di lavoro, che determina l’impossibilità a presentare alcuni documenti necessari per accedere al beneficio per i lavoratori precoci.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Novità estive per i contratti di lavoro