30 Luglio 2018

Legittimo il licenziamento del dirigente che tollera la prassi di fondi occulti

di Redazione Scarica in PDF

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza 3 luglio 2018, n. 17356, ha ritenuto legittimo il licenziamento per giusta causa inflitto al dirigente che tollera la prassi di fondi occulti in azienda utilizzati per liberalità d’uso come regalie ai clienti più affezionati, laddove la creazione di fondi extra-bilancio si pone al di fuori della conformità all’ordinamento giuridico che impone regole rigorose nell’amministrazione delle società e nella tenuta della contabilità, regole dettate per essere osservate, e non tollera falsi ideologici in nessuna forma e per nessun fine: ne consegue la lesione del vincolo fiduciario alla base del rapporto dirigenziale.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Strumenti deflattivi nel contenzioso: rinunce e transazioni