26 Giugno 2019

Licenziamento: quando è possibile disporre la reintegra con sanzione conservativa

di Redazione Scarica in PDF

La Cassazione Civile, Sezione lavoro, con sentenza 9 maggio 2019, n. 12365, ha annullato con rinvio la sentenza d’appello che dispone la reintegrazione del lavoratore sorpreso a dormire in servizio sul rilievo che la mancanza addebitata sarebbe punibile con mera sanzione conservativa in base al Ccnl applicabile, non potendosi consentire al giudice, in presenza di una condotta accertata che non rientri in una di quelle descritte dai contratti collettivi ovvero dai codici disciplinari come punibili con sanzione conservativa, applicare la tutela reintegratoria operando un’estensione non consentita al caso non previsto, sul presupposto del ritenuto pari disvalore disciplinare..

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Abbonamento e-learning lavoro