18 Giugno 2021

Rapporto di lavoro autonomo accertato ab origine come subordinato: nessuna indennità risarcitoria

di Redazione Scarica in PDF

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 30 aprile 2021, n. 11424, ha ritenuto che la disciplina di cui all’articolo 32, commi 5-7, L. 183/2010, possa trovare applicazione esclusivamente nei casi di conversione di contratti di lavoro (già dall’origine) subordinato con clausola di durata, di cui sia giudizialmente accertata la nullità, e non anche nei casi, come il presente, di trasformazione di un contratto di lavoro autonomo a tempo determinato per effetto della sua qualificazione come di lavoro subordinato. Risulta, quindi, estranea alla disciplina dell’indennità risarcitoria ex articolo 32, L. 183/2010, la fattispecie di un rapporto di lavoro autonomo accertato giudizialmente ab origine come di lavoro subordinato e a tempo indeterminato, celato (come nel caso in esame) dietro lo schermo ripetuto di una molteplicità di successivi contratti di collaborazione autonoma.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Licenziamento individuale del lavoratore. Il GMO