16 Settembre 2022

Reddito di libertà: ulteriore finanziamento e criteri di ripartizione

di Redazione Scarica in PDF

L’Inps, con messaggio n. 3363 del 13 settembre 2022, ha ricordato che il D.P.C.M. 1° giugno 2022 ha definito i criteri per la ripartizione delle risorse, pari a 9 milioni di euro, destinate a finanziare la misura del Reddito di libertà, finalizzata a favorire, attraverso l’indipendenza economica, percorsi di autonomia e di emancipazione delle donne vittime di violenza e in condizione di povertà, con riguardo, in particolare, all’autonomia abitativa e al percorso scolastico e formativo dei figli/delle figlie minori. Tali risorse saranno impiegate per liquidare, secondo l’ordine cronologico di presentazione, le domande non accolte per insufficienza di budget e, di seguito, per l’accoglimento delle nuove domande.

Resta ferma la possibilità che le risorse attribuite a ciascuna Regione/Provincia autonoma possano essere incrementate dalle medesime Regioni/Province autonome con ulteriori risorse proprie, trasferite direttamente all’Inps, previa presentazione di apposita istanza di incremento del budget, ed erogate secondo le indicazioni fornite con il messaggio n. 2453/2022.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Contratto di lavoro dopo il Decreto Trasparenza: le analisi del legale