8 Giugno 2021

Reiterazione di contratti a termine: le precisazioni dell’INL

di Luca Vannoni Scarica in PDF

A seguito di una richiesta di indicazioni da parte dell’Ispettorato territoriale di Genova, l’INL, con la nota n. 804 del 19 maggio 2021, ricostruisce il quadro delle regole per la successione di contratti a termine.

In primo luogo, ricorda come l’articolo 19, comma 2, D.Lgs. 81/2015, limiti la successione massima di contratti a termine tra le stesse parti – per una durata complessiva pari a 24 mesi ovvero al diverso limite previsto dalla contrattazione collettiva – sul presupposto che i contratti intercorsi si caratterizzino dallo svolgimento di mansioni di pari livello e categoria legale. Raggiunta tale soglia, le parti possono sottoscrivere un’ulteriore deroga “assistita” presso l’ITL, di durata massima pari a 12 mesi. Ovviamente, fermo restando il regime speciale in vigore fino alla fine dell’anno, superare i 12 mesi (ovvero in caso di rinnovo, ipotesi sicuramente applicabile nel momento in cui un rapporto viene reiterato con distinti contratti caratterizzati da identico inquadramento) significa entrare nel regime della causalità.

Tornando alla questione della durata massima nelle successioni, se i contratti sottoscritti riguardano inquadramenti (di livello e di categoria legale) non coincidenti, ai fini del calcolo della durata massima stabilita dall’articolo 19, comma 2, si determineranno diversi contatori per i contratti a termine, identificabili dal comune denominatore sopra specificato e, anche se fosse raggiunta la soglia massima di 24 mesi complessiva fra tutti i contratti, non si determina la necessità di procedere con la deroga assistita, prevista dall’articolo 19, comma 3, presso l’ITL.

Ad ogni modo, in conclusione alle interessanti precisazioni, l’INL ricorda che, nel momento in cui si determini una rilevante e consistente successione di contratti formalmente ancorati a inquadramenti diversi, l’ITL tenderà a verificare tali situazioni, con particolare attenzione all’effettività dell’inquadramento nelle evoluzioni delle mansioni e del relativo inquadramento.

 

Segnaliamo ai lettori che è possibile inviare i propri commenti tramite il form sottostante.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Percorso formativo 365 2021/2022