29 Agosto 2019

Somministrazione: conversione a tempo indeterminato se mancano le ragioni organizzative

di Redazione Scarica in PDF

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 6 giugno 2019, n. 15366, ha stabilito che se il contratto di somministrazione non indica le ragioni organizzative che hanno comportato la scelta dell’assunzione, il lavoratore può chiedere la conversione del rapporto. L’eliminazione della previsione della nullità per omessa specificazione dei motivi fa scattare, infatti, l’azione prevista per i casi di somministrazione irregolare nelle previsioni della disciplina dettata dal D.Lgs. 276/2003.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Contratti di lavoro