12 Luglio 2019

Giusta causa: non vincolante la previsione dei Ccnl

di Redazione Scarica in PDF

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con sentenza 22 maggio 2019, n. 13865, ha stabilito che, ai fini dell’apprezzamento della giusta causa di recesso, non è vincolante la tipizzazione contenuta nella contrattazione collettiva, essendo richiesto, comunque, l’accertamento in concreto della proporzionalità tra sanzione e infrazione, anche sotto il profilo soggettivo della colpa o del dolo, fermo restando, tuttavia, che, il giudice del merito – anche nel caso in cui proceda a valutazione autonoma della fattispecie contemplata dalla norma collettiva – non può prescindere dalla considerazione del contratto collettivo e dalla scala valoriale ivi espressa nell’individuazione delle ipotesi di rilievo disciplinare e nella relativa graduazione delle sanzioni.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Diritto del lavoro