SPECIALE DELLA SETTIMANA

Prestazione di lavoro resa all’estero: quale modalità scegliere?

Nel corso dell’articolo andremo ad esaminare quali modalità operative, a seconda della fattispecie concreta, possono meglio descrivere e normare situazioni connesse a esigenze aziendali di vedere resa all’estero la prestazione di taluni lavoratori. In particolare andremo a esaminare implicazioni di partenza, e annessi riflessi, circa il mantenimento (o meno) del legame diretto con i lavoratori…

Continua a leggere...

Call center: novità e controlli

Lo scorso 31 luglio è stato stipulato un nuovo accordo collettivo per la disciplina delle collaborazioni coordinate e continuative nelle attività di vendita di beni e servizi e di recupero crediti realizzati attraverso attività di call center c.d. outbound. L’accordo prevede 3 finalità: 1) evitare abusi intesi a dissimulare rapporti di lavoro subordinato; 2) definire…

Continua a leggere...

Le novità fiscali nella nuova L. 81/2017 sul lavoro autonomo

La Legge 22 maggio 2017, n. 81 (più conosciuta come Jobs Act del lavoro autonomo), pubblicata sulla G.U. n. 135/2017, in un quadro generale di vari interventi finalizzati a tutelare la sicurezza e la protezione sociale del lavoro autonomo non imprenditoriale, con gli articoli 8, comma 1, e 9, comma 1, riscrive l’articolo 54, comma…

Continua a leggere...

L’utilizzo di internet sul luogo di lavoro a fini privati: tra possibile licenziamento e presunti oneri datoriali

Prendendo spunto dalla recente sentenza n. 14862/2017 della Corte di Cassazione, l’articolo effettua un excursus giurisprudenziale relativo all’utilizzo di internet a fini privati sul luogo di lavoro, al fine di valutare l’approccio delle Corti di merito e di legittimità in ordine ai provvedimenti di licenziamento irrogati su tale presupposto. L’autore prende altresì in esame l’ammissibilità…

Continua a leggere...

La comunicazione del licenziamento a mezzo whatsapp o sms

L’articolo, prendendo spunto da due recenti pronunce della giurisprudenza di merito, che grande curiosità hanno suscitato nell’opinione pubblica, affronta alcuni problemi connessi al licenziamento del lavoratore tramite messaggio whatsapp, tramite sms o tramite altre forme di comunicazione elettronica consentite dalla tecnologia, evidenziando come la giurisprudenza abbia senza troppe difficoltà già adattato anche a questi mezzi…

Continua a leggere...

Il contratto di lavoro intermittente è discriminatorio in ragione dell’età?

La Suprema Corte di Cassazione, con ordinanza n. 3982 del 29 febbraio 2016, dispone di chiedere, in via pregiudiziale, alle Corte di Giustizia europea se la normativa nazionale sul contratto di lavoro intermittente (articolo 34, D.Lgs. 276/2003, ora articolo 13, D.Lgs. 81/2015), secondo la quale il contratto di lavoro intermittente può in ogni caso essere…

Continua a leggere...

Durc, benefici contributivi e violazioni: l’Ispettorato chiarisce (quasi) tutto

  L’Ispettorato nazionale del lavoro chiarisce alcuni aspetti legati al Durc e agli effetti di alcune violazioni sui benefici contributivi: vediamo l’impatto della circolare n. 3/2017, che risolve questioni assai controverse.   Due questioni distinte e il ruolo dell’Ispettorato Con la circolare n. 3/2017, l’Ispettorato nazionale del lavoro (INL) fornisce indicazioni su questioni assai controverse…

Continua a leggere...

Licenziamento “per profitto”: il punto della giurisprudenza

La più recente giurisprudenza di legittimità ha, con orientamento che si è consolidato negli ultimi mesi, stabilito che non occorre una situazione di crisi o difficoltà economica dell’impresa per procedere a un licenziamento per giustificato motivo oggettivo, ma che si può licenziare anche per migliorare l’organizzazione o la reddittività dell’impresa, quindi anche “per profitto”. Liberalizzazione,…

Continua a leggere...

Le esigenze occasionali nei pubblici esercizi: lavoro intermittente vs lavoro extra

  Le esigenze del mercato del lavoro richiedono sempre più rapidità e flessibilità di gestione. È in quest’ottica che si ritiene opportuno un raffronto tra le due tipologie contrattuali del lavoro intermittente e del lavoro extra.   Il quadro normativo generale Non è possibile l’analisi di un unico testo normativo laddove si intendano approfondire i…

Continua a leggere...

Il Libretto famiglia per regolamentare il lavoro occasionale

A seguito dell’entrata in vigore della L. 96/2017, che converte il D.L. 50/2017, viene normato, dopo un periodo di assenza iniziato il 17 marzo 2017, il rapporto occasionale per le famiglie. Il Legislatore ha previsto due differenti regole, a seconda che l’utilizzatore sia un professionista o un’impresa oppure una persone fisica, non nell’esercizio dell’attività professionale…

Continua a leggere...