BLOG

Legge di Bilancio 2022: le novità fiscali sul reddito da lavoro dipendente

La recente Legge di Bilancio 2022 (L. 234/2021), combinata con la L. 230/2021, riguardante l’assegno unico universale (Auu), ha proposto alcune novità che vanno a impattare, tra gli altri, sul reddito di lavoro dipendente. La manovra del Legislatore, infatti, si muove su più fronti, che debuttano tra il 1° gennaio e il 1° marzo 2022….

Continua a leggere...

La comunicazione preventiva non fa il monaco (ma salva il portafoglio)

Qualche anno fa mi sono trovato a condividere il tavolo dei relatori a un convegno, con una figura di massimo spessore nell’ambito ispettivo nazionale. Quest’ultimo, a un certo punto, affermò senza timore di essere frainteso: “durante i controlli, alle collaborazioni occasionali con ritenuta d’acconto dedicheremo sempre grande attenzione”. Non lasciò isolata quell’affermazione, bensì la argomentò…

Continua a leggere...

Decreto Fisco Lavoro : le principali novità della conversione

Con la pubblicazione nella G.U. n. 301 del 20 dicembre 2021 della Legge di conversione 215 del 17 dicembre 2021, si chiude l’iter legislativo innescato dal D.L. 146/2021, noto come Decreto Fisco Lavoro e contenente misure ritenute urgenti in materia economica e fiscale, a tutela del lavoro e per esigenze indifferibili. In sede di conversione…

Continua a leggere...

La dematerializzazione della nota spese

L’evoluzione dei sistemi informatici ha comportato, negli anni, una naturale crescita della digitalizzazione anche in ambito amministrativo. Ciò ha avuto, come conseguenza, un interesse sempre maggiore anche sul piano tributario. Il passaggio dai documenti cartacei a quelli digitali ha infatti impegnato il Legislatore, che da tempo ha introdotto nell’ordinamento il D.Lgs. 82/2005, conosciuto come Codice…

Continua a leggere...

Dimissioni per giusta causa, quando il datore di lavoro perde l’esclusiva dell’onere della prova

Capita spesso di ricevere comunicazioni, e relative convalide, recanti dimissioni arbitrariamente qualificate da “giusta causa”. La giusta causa non è altro che una motivazione utile a interrompere immediatamente un rapporto, talmente grave da non consentirne la prosecuzione nemmeno temporanea, quindi sorretta da fatti gravi e non componibili. La prosecuzione del rapporto di lavoro in presenza…

Continua a leggere...

Il corrispettivo del patto di non concorrenza

Spesso, nei rapporti tra datore di lavoro e lavoratore, il patto di non concorrenza non solo ha come motivo e retroterra la tutela del patrimonio e del business aziendale alla cessazione del contratto, ma anche il riconoscimento di un elemento economico, di cui è necessaria una qualificazione, spesso in costanza di rapporto di lavoro, a…

Continua a leggere...

Licenziamenti versus dimissioni

Carissimi, ben ritrovati tutti. Oggi mi solletica il pensiero una riflessione sull’andamento delle cessazioni dei rapporti di lavoro a seguito del parziale venir meno del blocco dei licenziamenti connesso alle vicende pandemiche. Mi rendo conto che la parola fine non è ancora scritta, ma allo stato le dimissioni hanno riportato una vittoria schiacciante, almeno nel…

Continua a leggere...

La riforma fiscale: un’opportunità persa

La nuova riforma fiscale recentemente approvata, tramite la Legge Delega fiscale, è volta a modificare la tassazione dei redditi da lavoro senza rivisitare i principi e le modalità di determinazione della base imponibile. Prima di analizzare gli elementi qualificanti presenti nella Legge Delega fiscale approvata dal Governo in ottobre, anche alla luce del disegno della…

Continua a leggere...

Il preavviso di dimissioni e la facoltà del datore di rinunciarvi (senza oneri economici a suo carico)

Con la recentissima ordinanza n. 27934 del 13 ottobre 2021, la Corte di Cassazione ha chiarito un tema molto importante, che tuttavia per anni non era mai stato risolto in via definitiva e soprattutto – per ragioni davvero inspiegabili – era sempre rimasto sullo sfondo e poco affrontato dalla giurisprudenza. E tale circostanza mi era…

Continua a leggere...

Il lavoro occasionale del familiare

La domanda è: quando risulta davvero occasionale il lavoro svolto da un familiare del titolare o del socio di un’impresa? Qualcuno potrebbe ritenere banale tale argomento, ma se si ha una minima pratica di studio si riconosce a questo tema una sua dignità. Specie chi opera come il sottoscritto, semplice professionista di provincia, si imbatte…

Continua a leggere...