BLOG

L’incerto sblocco dei licenziamenti

Lo scorso 30 giugno 2021, il Governo ha emanato un nuovo decreto, c.d. Decreto Lavoro, con il quale – lungi dallo “sbloccare” totalmente i licenziamenti, come pare di capire dalla stampa nazionale – ha allentato ulteriormente le maglie di quel divieto di recesso ormai giunto all’età di due anni. Il divieto di licenziamento rimane, infatti,…

Continua a leggere...

Limite di durata del contratto a termine: nuove indicazioni INL

L’INL torna ad interessarsi del contratto a tempo determinato a mezzo della nota n. 804/2021. Non c’è da stupirsi, visto che il tipo contrattuale risulta essere il bersaglio preferito di ogni nuovo Governo; le modifiche normative, che si sono susseguite senza soluzione di continuità, lo rendono infatti assai insidioso. Il riferimento normativo, dal 2015, si…

Continua a leggere...

Divieto di licenziamento e casse COVID

Con il 30 giugno 2021 è venuto meno il divieto di licenziamento “generalizzato”, a cui doveva inizialmente seguire un ulteriore blocco dei licenziamenti esclusivamente per i datori di lavoro che fruiscano di alcuni trattamenti di integrazione salariale con causale COVID-19 (assegno ordinario, Cigd, Cisoa) nel periodo 1° luglio 2021 al 31 ottobre 2021 e, comunque,…

Continua a leggere...

Distacco dalla realtà

L’articolo 1656, cod. civ., recita: “L’appaltatore non può dare in subappalto l’esecuzione dell’opera o del servizio, se non è stato autorizzato dal committente”. È di pubblico dominio la posizione di alcune aziende, che, vincolate dalla mancata autorizzazione di cui al citato disposto, o da un espresso divieto di ricorso al subappalto, per soddisfare esigenze puramente…

Continua a leggere...

Le regole euro-unitarie sul distacco in una recente sentenza della CGUE e il loro recepimento nella nota INL n. 936/2021

Con recente sentenza datata 3 giugno 2021, resa nella causa C-784/19 “Team power Europe”, la Corte di Giustizia UE è tornata sul tema della tutela sociale dei lavoratori somministrati nell’ambito di un distacco transnazionale. Il caso trattato dalla Corte era il seguente: un’agenzia interinale stabilita in Bulgaria si opponeva alla decisione con la quale l’Agenzia…

Continua a leggere...

L’Inps cambia idea sulla base imponibile dei soci di Srl

Incredibile ma vero. Ci sono voluti anni, e un profluvio di sentenze di legittimità, per convincere l’Istituto previdenziale a cambiare il proprio indirizzo sul tema dell’imponibile previdenziale dei soci di Srl. Si tratta, naturalmente, di soci di società di capitale esercenti attività di tipo commerciale o artigiana. È noto come, per tali soggetti, scatti l’obbligo…

Continua a leggere...

La sospensione dei termini di prescrizione dei crediti di lavoro in pendenza di rapporto: una questione aperta

Una recente sentenza del Tribunale di Brescia, depositata il 26 maggio 2021, torna sul noto tema della decorrenza in pendenza di rapporto della prescrizione quinquennale dei crediti del lavoratore subordinato. Prima dell’entrata in vigore della L. 92/2012 (c.d. Legge Fornero) era pacifico che la prescrizione decorresse sempre nel corso dei rapporti di lavoro caratterizzati dalla…

Continua a leggere...

Storie di giurisprudenza moltiplicativa e ciò che resta (forse) del Jobs Act

Può obiettivamente apparire un luogo comune, se non, addirittura, un esercizio di stile meramente pleonastico, eppure, giorno dopo giorno, l’antica saggezza, insieme con il tradizionale buon senso, risulta, come un’agognata oasi nel deserto più arido, l’unica proverbiale ancora di salvezza a cui possono appellarsi i soggetti che, a loro rischio e pericolo, si cimentano con…

Continua a leggere...

Il benefit per garanzia su un mutuo

Immagino che siano pochi i fortunati che ricevono una garanzia fideiussoria, per un proprio mutuo, da parte di terzi che non siano loro genitori. Ciò non esclude che vi sia una simile casistica, visto che l’Agenzia delle entrate è stata chiamata a rispondere all’istanza di interpello n. 294/2021, proprio su una fattispecie di questo tipo….

Continua a leggere...

L’eccezionale controllo delle regole, perchè l’eccezione non continui a essere la regola

La ripartenza che tanto attendavamo ha un po’ sorpreso per l’ingordigia con cui i consumatori si sono riversati sulle attività riaperte, anzichenò risorte. Sul mondo del lavoro rintoccano le campane del buon mattino, ma i suoi protagonisti insistono sopiti: aziende assuefatte dal buio delle serrande abbassate e lavoratori anestetizzati dalla cassa integrazione oramai scontata (del…

Continua a leggere...