BLOG

C’è un giudice a Udine

Non è certo scomodando l’antica storia del mugnaio di Postdam, che chiedeva giustizia a un giudice imparziale di Berlino contro il deposta di turno (l’imperatore della Prussia), che si può spiegare con quanto favore si possa apprendere, invece, che esista un giudice a Udine. Vedo di spiegarmi. Il fatto deriva da una sentenza di primo…

Continua a leggere...

La rimessione alla Corte Costituzionale della contrattazione in deroga

Con ordinanza del 3 febbraio scorso, la Corte d’Appello di Napoli ha sollevato la questione di incostituzionalità in relazione all’articolo 8, D.L. 138/2011 (la c.d. contrattazione “di prossimità” in deroga). Come noto, il comma 1 della norma citata prevede: “1. I contratti collettivi di lavoro sottoscritti a livello aziendale o territoriale da associazioni dei lavoratori…

Continua a leggere...

Ius variandi: solo l’attribuzione di mansioni “tipiche” previste dal CCNL dà diritto al superiore inquadramento

Con la sentenza n. 11503/2022, la Corte di Cassazione affronta il caso di affidamento temporaneo del lavoratore a un ruolo organizzativo aggiuntivo – remunerato per il solo tempo di assegnazione – rispetto alle sue ordinarie mansioni. Com’è noto, il D.Lgs. 81/2015 (c.d. Jobs Act) ha profondamente modificato il testo dell’articolo 2013, cod. civ., ponendo non…

Continua a leggere...

Quando i vincoli pesano meno

I campionati più spettacolari ove si confrontano i migliori atleti talvolta impongono ai team che vi partecipano dei limiti di salario massimo, ma anche garanzie di salario minimo. Mentre il salario massimo tende a dinamiche di fair play finanziario, nonché a creare un certo equilibrio di risultati all’interno della specifica lega, il salario minimo garantisce…

Continua a leggere...

La Corte “mani di forbice”

Lo scorso 19 maggio 2022, la Corte Costituzionale, con sentenza n. 125/2022, ha tagliato un altro pezzo della normativa sui licenziamenti. Questa volta oggetto della pronuncia non è stato il Jobs Act – o quel che ormai ne rimane – ma la L. 92/2012, la riforma Fornero, che per prima era intervenuta a modificare l’articolo…

Continua a leggere...

Risarcimento per demansionamento o perdita di chance: il trattamento fiscale

Prosegue instancabile il flusso continuo di interventi, da parte dell’Agenzia delle entrate, circa alcuni aspetti problematici della definizione del reddito da lavoro dipendente. D’altra parte le molteplici distinzioni e peculiarità disposte dal nostro ordinamento fiscale non lasciano tregua ai poveri operatori. È così, quindi, che, a seguito di istanza di interpello, l’Agenzia delle entrate ha…

Continua a leggere...

La formazione efficace parte dall’informazione

Tra i temi che contribuiscono a rendere meno noiosa la gestione delle risorse umane, in questi ultimi mesi si è prepotentemente distinto quello del turnover, gravando ulteriormente sulla cronica difficoltà di reperimento di manodopera, oramai nemmeno più declinata nella caratteristica di “specializzata”. Non è mio interesse penetrare nelle questioni che hanno originato questo problema[1], piuttosto…

Continua a leggere...

Lo sconto applicato ai dipendenti per acquisto di prodotti del datore: profili tributari

L’Agenzia delle entrate, interessata a mezzo domande di interpello, fornisce spesso soluzioni a questioni riguardanti il reddito da lavoro dipendente. Di recente, con la risposta n. 158/E/2022, è intervenuta, infatti, su un caso riguardante la cessione a titolo oneroso, da parte del datore di lavoro ai proprio lavoratori, di beni commercializzati dall’azienda; su tale cessione…

Continua a leggere...

Il contratto a termine stagionale

Sappiamo tutti, per esperienza diretta, che maneggiare il contratto a tempo determinato comporta molta, davvero molta, attenzione e prudenza. La sua sempre mutevole disciplina, dettata dagli umori dei vari Governi che si succedono, rende tale tipo contrattuale una sorta di rebus pieno di criticità operative. Basti pensare alla novella normativa proposta a mezzo del Decreto…

Continua a leggere...

Variazione del Ccnl: un’interessante pronuncia dal Tribunale di Vicenza

Il recente decreto ex articolo 28, L. 300/1970, pronunciato dal Tribunale di Vicenza in data 23 marzo 2022, offre lo spunto per affrontare le principali questioni che caratterizzano la variazione del Ccnl, in particolare quando discende da valutazioni organizzative e sindacali effettuate dal datore di lavoro, e non da obblighi di legge (ad esempio, trasferimento…

Continua a leggere...