8 Ottobre 2019

Bonus Sud: riesame delle istanze rifiutate per mancanza di fondi

di Redazione Scarica in PDF

Il Cno, con notizia del 4 ottobre 2019, ha reso noto che Inps e Anpal, in risposta alle richieste di utilizzare tutti i fondi disponibili perché destinati alle sole assunzioni effettuate entro aprile 2019, hanno chiarito che le domande per beneficiare del Bonus Sud, relative alle assunzioni a partire dal 1° maggio 2019 e non accolte per mancanza di fondi, saranno riesaminate dall’Istituto seguendo l’ordine cronologico di presentazione. L’Istituto precisa, però, che qualora fossero già trascorsi 30 giorni dalla comunicazione di diniego occorrerà reiterare l’istanza.

Pertanto, il Cno invita i consulenti del lavoro a prestare attenzione allo stato delle istanze già inviate, in merito alle quali potranno verificarsi 2 casistiche:

  1. mancato accoglimento per problemi relativi alla DID: se la domanda si trova in stato di “rifiutata provvisoria” per mancanza di DID, la stessa rimarrà in stand by fino a quando l’Anpal non risponderà all’Inps. In tal caso il termine di 30 giorni non è perentorio e non c’è bisogno di ripresentare la domanda perché le risorse volte a finanziare l’assunzione sono state preventivamente accantonate al fine di non fare perdere la priorità acquisita. Se, invece, la domanda si trova nello stato di rifiutata definitiva è necessario ripresentare la domanda;
  2. mancato accoglimento per esaurimento fondi: il temine di 30 giorni è perentorio. Nel corso dei 30 giorni le richieste rimangono in sospeso; decorso tale periodo occorre, invece, riproporre la richiesta.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Paghe e Contributi Base