19 Luglio 2016

Detassazione II livello: accordo sindacati-Confindustria

di Redazione Scarica in PDF

In data 14 luglio 2016 è stato sottoscritto un accordo tra Cgil, Cisl, Uil e Confindustria in tema di detassazione dei premi di produttività e delle partecipazioni agli utili di impresa, per consentire anche alle imprese di minori dimensioni, prive di rappresentanze sindacali, di erogare premi di risultato aziendali collegati a incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza e innovazione, e quindi di usufruire dei benefici fiscali e contributivi previsti dalla Legge di Stabilità 2016.

Le parti hanno predisposto un’intesa quadro territoriale, di natura cedevole rispetto a intese aziendali, per poter attuare le disposizioni fiscali di detassazione connesse con la retribuzione di produttività (D.I. 25 marzo 2016): sono, ad ogni modo, necessari accordi territoriali che recepiscano il  modello fissato nell’accordo del 14 luglio 2016. In esso si prevede che le aziende dovranno inviare ai lavoratori comunicazione scritta rispetto a tutte le caratteristiche del premio di risultato che si intende introdurre e, al termine del periodo di riferimento, comunicarne le risultanze. Tale comunicazione andrà inviata anche al Comitato di valutazione costituito dalle parti sociali firmatarie dell’accordo territoriale (Cgil,Cisl, Uil e Confindustria).

A fronte della possibilità per i lavoratori di optare per prestazioni di welfare, le aziende predisporranno un’offerta di servizi tenendo conto delle esigenze dei lavoratori, di quanto presente sul territorio, e di iniziative messe in atto dalle parti firmatarie dell’accordo territoriale.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

La circolare di lavoro e previdenza