2 Ottobre 2015

Come realizzare il sito internet per lo studio professionale – Parte 3

di Luca Peana Scarica in PDF

 

Ora che abbiamo installato il CMS siamo pronti a creare il nostro sito internet per lo studio professionale.

Prima di aprire il pannello di configurazione, però, dobbiamo avere chiaro in mente quello che sarà il punto di arrivo, ovvero definire il menù delle pagine e compilare i contenuti principali.

 

Poniamoci quindi la prima domanda: qual è la finalità del nostro sito?

I siti internet possono avere infinite finalità:

  • possono essere “siti vetrina”, che facciamo solo perché qualcuno ci ha detto che dobbiamo farlo;

  • possono essere strumenti capaci di dare ai nostri utenti informazioni sul nostro studio e sui nostri servizi;

  • possono essere dei portali di aggiornamento che, tramite un blog, tengono aggiornati i nostri clienti quotidianamente;

  • possono essere strumenti di commercio elettronico;

  • possono praticamente essere tutto quello che abbiamo in mente.

Se non abbiamo ancora un nostro sito internet potremmo partire dalla creazione di un portale dedicato a semplificare la comunicazione tra noi e gli utenti, offrendo un quadro generale dei nostri servizi.

Detto questo, e tenendo ben in mente che il sito è fatto per i nostri utenti e non per noi, possiamo ipotizzare un albero dei contenuti (con rispettive pagine) che contenga:

  1. La Home Page Questa è la pagina più importante del sito, nonché la prima che l’utente vede se accede al sito stesso digitando l’indirizzo internet. Visitando l’homepage del sito l’utente deve “capire in un istante dove si trova”: occorre quindi mostrare informazioni che dicano chi siamo e che servizi svolgiamo. Prestiamo attenzione a usare in questa pagina poche parole chiare e semplici, in quanto il dettaglio dei servizi sarà analizzato nelle pagine dedicate. In questa pagina – come in ogni altra pagina del sito – deve essere ben visibile il menù, che permetta all’utente di muoversi sul sito con semplicità.

  2. Una pagina dedicata ai Servizi che lo studio svolge Facendo un sito internet per il nostro studio professionale, con la finalità di semplificare la comunicazione con i nostri utenti, diventa indispensabile spiegare di cosa ci occupiamo. I servizi devono essere “raccontati” in modo semplice e chiaro; ricordiamoci che scriviamo per i nostri possibili clienti e non per degli addetti ai lavori (evitiamo quindi complicazioni lessicali non necessarie). Se il nostro studio opera in diverse aree di attività possiamo anche pensare di creare delle pagine per singola area di attività, in cui spieghiamo in ognuna i servizi tra loro pertinenti.

  3. Una pagina dedicata al materiale per gli utenti Possiamo pensare di offrire un servizio ai nostri clienti, o potenziali tali, offrendo un “punto di riferimento” per la documentazione che può essere d’aiuto nella loro attività quotidiana. Possiamo quindi pensare di realizzare una pagina dedicata a formulari, norme, documenti e quant’altro riteniamo possa essere utile.

  4. Una pagina dedicata a presentare i professionisti dello studio Lo studio professionale “non è uno stabile o una stanza”, ma è un insieme di professionisti che operano per i clienti, e spesso proprio con i clienti stringono rapporti diretti. Presentare i professionisti che compongono lo studio può essere un buon modo per dare un volto umano all’attività, semplificando inoltre il passaparola (quante volte capita che un cliente dica all’amico: per queste attività mi segue Mario Rossi – e non: mi segue lo studioassociatoMR).

  5. Una pagina dedicata a spiegare come contattarci e raggiungerci Non dimentichiamo inoltre di rendere disponibili tutti i nostri riferimenti, in modo da semplificare il contatto da parte dei possibili clienti. Inseriamo in questa pagina l’indirizzo dello studio e gli orari di apertura (possiamo anche aggiungere una mappa integrata con Google Maps). Inseriamo un form di contatto diretto nonché i numeri di telefono e gli indirizzi email.

  6. Non scordiamo le informazioni obbligatorie Quando si realizza un sito internet per finalità commerciali occorre ricordare che devono essere mostrate alcune informazioni obbligatorie. Le principali sono la partita Iva e il rispetto della normativa sulla privacy. Dobbiamo quindi prestare attenzione a mostrare in Home page la partita Iva dello studio. Nella pagina dedicata ai contatti dobbiamo inoltre prevedere, nel caso si utilizzi un form di registrazione diretto, una casellina dedicata all’autorizzazione al trattamento dei dati personali. In caso, inoltre, siano presenti dei cookies di analisi dobbiamo avvisare preventivamente l’utente. Analizzeremo nel dettaglio in un incontro successivo tutti gli aspetti relativi alla normativa privacy per i siti internet, per capire come gestirla al meglio.

 

Dopo aver deciso i contenuti… iniziamo a scrivere!

Abbiamo visto quale possa essere la struttura di base del nostro sito internet. Non ci resta che iniziare a scrivere i contenuti.

Nei prossimi appuntamenti vedremo alcune indicazioni di base su come scrivere i testi per il web e come creare le pagine sul CMS.