17 Settembre 2020

Distacco transnazionale: in G.U. il Decreto che recepisce la Direttiva UE sulle condizioni di lavoro

di Redazione Scarica in PDF

È stato pubblicato sulla G.U. n. 229 del 15 settembre 2020, il D.Lgs. 122 del 15 settembre 2020, che attua la Direttiva (UE) 2018/957, recante modifica della Direttiva 96/71/CE, relativa al distacco dei lavoratori nell’ambito di una prestazione di servizi.

Le principali novità riguardano i rapporti di lavoro tra imprese e lavoratori distaccati, ai quali si applicano, se più favorevoli, le medesime condizioni di lavoro e di occupazione previste in Italia da disposizioni normative e contratti collettivi, per i lavoratori che svolgono prestazioni di lavoro subordinato analoghe nel luogo di distacco.

Inoltre, il Decreto, in vigore dal 30 settembre 2020, si applica anche alle agenzie di somministrazione di lavoro stabilite in uno Stato membro diverso dall’Italia che distaccano lavoratori presso un altro Stato membro o in Italia.

Infine, il Decreto precisa che le disposizioni in esso contenute non si applicano alle prestazioni transnazionali di servizi nel settore del trasporto su strada.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Strumenti giuridici per l’invio e la gestione dei lavoratori all’estero