20 Ottobre 2021

Distacco transnazionale di lavoratori: le indicazioni INL

di Redazione Scarica in PDF

L’INL, con circolare n. 2 del 19 ottobre 2021, ha offerto indicazioni sul D.Lgs. 122/2020, pubblicato in G.U. in data 15 settembre 2020, che ha recepito la Direttiva UE 957/2018, di modifica della Direttiva 96/71/CE in materia di distacco transnazionale dei lavoratori.

Le principali novità contemplate dalla novella riguardano la previsione di una disciplina specifica per le ipotesi di doppi distacchi o distacchi a catena di lavoratori somministrati, un rafforzamento del nucleo delle tutele già previste dalla legislazione vigente per i lavoratori distaccati, nonché l’ampliamento del livello di tutele per i lavoratori coinvolti in distacchi di lunga durata.

Le disposizioni introdotte con il D.Lgs. 122/2020 hanno trovato applicazione a decorrere dal 30 settembre 2020, data di entrata in vigore del decreto.

L’INL segnala le novità introdotte con particolare riguardo alle nuove fattispecie di illecito che presidiano il corretto adempimento degli obblighi informativi e amministrativi connessi alla fattispecie del distacco a catena e a tutte le altre disposizioni che possono avere ricadute sull’attività di vigilanza.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Distacco e contratto di rete