23 Dicembre 2020

Gli eredi che proseguono l’attività sono responsabili solidalmente per debiti e crediti verso i lavoratori

di Redazione Scarica in PDF

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con ordinanza 2 novembre 2020, n. 24197, ha stabilito che, in materia di lavoro, gli eredi che proseguono di fatto l’attività d’impresa del defunto rispondono di tutti i debiti verso i dipendenti dell’impresa. È esclusa, difatti, l’applicazione delle norme sulla comunione, perché la gestione congiunta dell’azienda trasforma il godimento dei beni in una società irregolare. Sussiste, quindi, legittimazione passiva delle parti, giacché la società di fatto, costituitasi fra gli eredi, era succeduta nei rapporti giuridici dell’impresa individuale del de cuius.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Diritto del lavoro