24 Gennaio 2019

La maggiorazione delle sanzioni per l’Ispettorato

di Fabrizio Nativi Scarica in PDF

La circolare n. 2/2019 dell’INL, fornisce chiarimenti in ordine alle nuove disposizioni, contenute nell’articolo 1, comma 445, L. 145/2018 (Legge di Bilancio 2019). La norma prevede la maggiorazione pari al 20% delle sanzioni previste da:

– articolo 3, D.L. 12/2002 (maxisanzione per lavoro nero);

– articolo 18, D.Lgs. 276/2003 (condotte interpositorie);

– articolo 12, D.Lgs. 136/2016 (violazioni per procedure di distacco transnazionale);

– articolo 18-bis, commi 3 e 4, D.Lgs. 66/2003 (violazioni relative a durata massima dell’orario di lavoro, riposo settimanale, ferie e riposo giornaliero).

A titolo esemplificativo, le nuove misure sanzionatorie per lavoro nero sono ora le seguenti:

  1. da 1.800 a 10.800 euro per ciascun lavoratore irregolare, in caso di impiego del lavoratore sino a 30 giorni di effettivo lavoro;
  2. da 3.600 a 21.600 euro per ciascun lavoratore irregolare, in caso di impiego del lavoratore da trentuno e sino a 60 giorni di effettivo lavoro;
  3. da 7.200 a 43.200 euro per ciascun lavoratore irregolare, in caso di impiego del lavoratore oltre 60 giorni di effettivo lavoro.

È inoltre prevista la maggiorazione del 10% delle sanzioni di cui al D.Lgs. 81/2008.

Le suddette maggiorazioni sono raddoppiate se, nei 3anni precedenti, il trasgressore sia stato destinatario di sanzioni amministrative o penali per i medesimi illeciti.

I nuovi importi trovano applicazione per violazioni commesse dal 2019. L’occupazione di un lavoratore “in nero” iniziata nel 2018 e conclusa nel 2019 è assoggettata, quindi, alle nuove sanzioni, trattandosi di condotta a carattere permanente, che si consuma con la sua cessazione.

Nell’esempio, la misura minima della maxisanzione, pari a 1.800 euro, sarà versata per una somma pari a 960 euro al codice tributo 741T, per un importo pari a 540 euro con codice tributo 79AT (ai sensi dell’articolo 14, D.L. 145/2013), per un importo pari a 300 euro (pari all’attuale maggiorazione) con un codice tributo di prossima individuazione.

 

Segnaliamo ai lettori che è possibile inviare i propri commenti tramite il form sottostante.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Strumenti di lavoro – Rivista