16 Maggio 2022

Proroga sospensione versamenti settore sportivo

di Redazione Scarica in PDF

In sede di conversione in L. 34/2022 del D.L. 17/2022, recante misure urgenti per il contenimento dei costi dell’energia elettrica e del gas naturale, per lo sviluppo delle energie rinnovabili e per il rilancio delle politiche industriali, l’articolo 7 – “Incremento del fondo unico a sostegno del potenziamento del movimento sportivo italiano”, ha previsto la proroga al 31 luglio 2022 dei seguenti termini previsti nella Legge di Bilancio 2022:

  • versamenti delle ritenute alla fonte operate in qualità di sostituti d’imposta (già differiti dal 1° gennaio al 30 aprile 2022);
  • adempimenti e versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria (già differiti dal 1° gennaio al 30 aprile 2022);
  • versamenti dell’Iva in scadenza nei mesi di gennaio, febbraio, marzo e aprile 2022;
  • versamenti delle imposte sui redditi in scadenza dal 10 gennaio al 30 aprile 2022;

e dei termini in scadenza nel periodo dal 1° maggio al 31 luglio 2022, al fine di sostenere le federazioni sportive nazionali, gli enti di promozione sportiva e le associazioni e società sportive professionistiche e dilettantistiche che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato e operano nell’ambito di competizioni sportive in corso di svolgimento, ai sensi del D.P.C.M. 24 ottobre 2020.

Pertanto, i versamenti sospesi sono ora da effettuare, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un’unica soluzione entro il 31 agosto 2022 o mediante rateizzazione fino a un massimo di 4 rate mensili di pari importo, pari al 50% del totale dovuto, con versamento della prima rata entro il 31 agosto 2022, senza interessi, e ultima rata entro il 16 dicembre 2022, pari al valore residuo.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Gestione del rapporto di lavoro nel settore sportivo