9 Novembre 2017

Voucher lavoro accessorio inutilizzati: come chiedere il rimborso

di Redazione Scarica in PDF

L’Inps, con messaggio n. 4405 del 7 novembre 2017, ha offerto indicazioni per il rimborso dei voucher telematici ai committenti che abbiano effettuato versamenti tramite bollettino postale, bonifico, modello F24 e Portale dei pagamenti successivamente al 17 marzo 2017, data di abrogazione della normativa relativa ai voucher da parte del D.L. 25/2017.

I committenti interessati possono presentare domanda di rimborso presso le Sedi utilizzando il modello SC52, il quale dovrà essere protocollato ad opera della struttura territoriale che l’ha ricevuto, comunicando i seguenti dati:

  • tipo di pagamento (bollettino bianco, Portale dei pagamenti, F24, bonifico o altro);
  • data versamento e importo per tutti i tipi di pagamento;
  • per i pagamenti on line, il codice Inps rilasciato dal sito dell’Istituto al momento del pagamento;
  • per i bollettini bianchi, frazionario, sezione e VCY.

I committenti devono, inoltre, allegare la ricevuta del versamento per tutti i tipi di pagamento, a eccezione dei pagamenti effettuati mediante modello F24, per i quali la predetta allegazione è meramente facoltativa.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Z_old_Autoconsapevolezza e fiducia