19 Aprile 2022

Cas.sa.colf: contributo per iscritti che ospitano parenti ucraini sfollati

di Redazione Scarica in PDF

Cas.sa.colf, in conseguenza del conflitto armato intercorrente tra Russia e Ucraina e dell’elevato numero di sfollati che stanno giungendo sul territorio italiano, in data 12 aprile 2022, ha redatto un regolamento (disponibile anche in lingua ucraina) al fine di erogare alle lavoratrici e ai lavoratori iscritti un contributo per il ricongiungimento familiare. Cas.sa.colf rimborsa fino a 300 euro una tantum alle lavoratrici e ai lavoratori iscritti che ospitano presso il proprio domicilio/residenza parenti entro il terzo grado e/o affini entro il secondo grado, sfollati dall’Ucraina in conseguenza del conflitto armato. I rimborsi vengono erogati ai richiedenti a fronte di spese da loro sostenute per la fornitura di prodotti e beni alimentari, farmaceutici, vestiario o materiali scolastici. L’entità dell’importo spettante prescinde dal numero di parenti e/o affini ospitati e la prestazione non è ripetibile. La prestazione decorre dal 24 febbraio 2022 e le richieste possono pervenire a far data dal 1° maggio 2022 tramite l’apposito Modulo Prestazioni Ucraina Allegato A-B-C, che deve essere debitamente compilato in ogni sua parte e sottoscritto dalle lavoratrici e dai lavoratori e inviato all’indirizzo e-mail: praticheucraina@cassacolf.it.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Busta paga e gestione del lavoro domestico dopo il rinnovo 2020