10 Aprile 2018

Reinserimento delle persone con disabilità da lavoro: la campagna Inail

di Redazione Scarica in PDF

L’Inail, con news del 5 aprile 2018, ha promosso la campagna 2018 per reinserire le persone con disabilità nel mondo del lavoro, ove sussista l’incontro tra domanda e offerta.

La circolare Inail n. 30/2017 ha esteso, infatti, la realizzazione di progetti personalizzati per il reinserimento e l’integrazione nell’attività lavorativa, già previsti dalla circolare n. 51/2016, anche ai casi di nuova assunzione a seguito di incontro tra domanda e offerta di lavoro. L’Istituto mette a disposizione fondi per sostenere questo tipo di progetti, che riguardano sia assunzioni con contratti di lavoro subordinato o parasubordinato, sia rapporti di lavoro flessibili o a tempo determinato.

L’Istituto ha stanziato oltre 20 milioni di euro per l’anno in corso ed eroga contributi per le diverse tipologie di interventi, con un rimborso complessivo massimo pari a 150.000 euro a progetto per la realizzazione degli “accomodamenti ragionevoli”. Più nel dettaglio, i limiti di spesa, rimborsabili al 100%, sono rispettivamente di 95.000 e 40.000 euro per l’abbattimento delle barriere architettoniche e per l’adeguamento delle postazioni di lavoro con arredi, ausili e dispositivi tecnologici, informatici e di automazione e di 15.000 euro, con un rimborso massimo del 60%, per la formazione e la riqualificazione professionale. È prevista la possibilità di richiedere un anticipo fino al 75%. Le misure relative ai nuovi impieghi si affiancano a quelle già previste dall’Istituto, con la circolare n. 51/2016, per i lavoratori, subordinati e autonomi, che, a causa di un infortunio o di una malattia professionale, hanno bisogno di interventi mirati per consentire o agevolare la conservazione del posto di lavoro.

 

Centro Studi Lavoro e Previdenza – Euroconference ti consiglia:

Z_old_Gestione delle relazioni con il cliente dello studio professionale